• inizio: 16/04/2019
  • fine: 30/06/2019

Un caleidoscopio di immagini accompagna il visitatore tra installazioni, proiezioni, fotografie, musica, un nuovo Esperimento della Fondazione Alda Fendi.
Il celebre drammaturgo Eugène Ionesco - tra i principali esponenti del teatro dell’assurdo - arriva a Roma festeggiato da mille incontri con i protagonisti del panorama culturale italiano (da Palma Bucarelli a Franca Valeri a Giulietta Masina), nel quale è da sempre presente. Lungo il percorso espositivo, la proiezione de Il Rinoceronte, diretto da Tom O’ Horgan, basato sul testo teatrale di Ionesco, una delle ispirazioni da cui deriva il nome del palazzo, rhinoceros. L’opera è ambientata in una città in cui si manifesta una epidemia di rinocerontite, che trasforma le persone in rinoceronti. Serrata critica contro ogni forma di standardizzazione e condanna al conformismo dei luoghi comuni, ha per protagonisti Gene Wilder (attore, sceneggiatore, regista), Karen Black (Easy Rider, Il grande Gatsby, Nashville) e Zero Mostel, attore cinematografico e teatrale, tra i personaggi del mondo dello spettacolo inseriti nella black list di Hollywood durante il Maccartismo.
La figura del Rinoceronte è da sempre fortemente metaforica: dalla Roma classica a oggi, da Svetonio a Ionesco, passando per innumerevoli riferimenti e contaminazioni nelle arti visive e performative e con una idea di poesia unita a forza, forma e non convenzionalità. Il team del progetto Adrenalina come sempre a far visita alla mostra alla ricerca di nuovi spunti ed emozioni.


luogo: LUOGO: Rhinoceros gallery
INDIRIZZO: via dei Cerchi 21
ORARI: tutti i giorni dalle 10 alle 22
COSTO DEL BIGLIETTO: Ingresso gratuito