0

GIANNI COLANGELO

GIANNI COLANGELO
MAD
GIANNI COLANGELO

MAD

Gianni Colangelo MAD si può definire un artista eclettico. Con l’uso delle mani e dell’intelletto è in grado di creare ammassi di ferraglia che si trasformano in veri e propri soggetti che da un momento all’altro sembrano prendere vita. I suoi personaggi, abitanti di un universo parallelo, lo accompagnano nella vita e lo ossessionano al tempo stesso. Negli ultimi anni le sue opere sono divenute sempre più complesse perché il suo desiderio di donargli la vita lo ha portato all’inserimento di parti meccaniche e robotiche, che inducono l’opera a chiedere l’interazione con il fruitore.
La sua produzione artistica si fonda essenzialmente sul concetto di riuso e recupero del materiale. Il forte legame con la sua terra e le tradizioni ad esso legate lo ha portato a fare del recupero la poetica della sua attività. Per non dimenticare le sue radici, caratterizzate da un popolo fatto di contadini e pastori, ha deciso di prendere ciò che resta di quel mondo ormai dimenticato per trasformarlo in qualcosa di nuovo, donandogli dignità e possibilità di dialogo con le generazioni a venire.
Il ferro recuperato ha in sé storie da raccontare che riemergono nell’opera finale. La ruggine diventa valore aggiunto, componente fondamentale del pezzo stesso. Dietro quello strumento di lavoro c’è il sudore di chi l’ha usato per anni come unica fonte di sostentamento possibile in una terra che porta avanti sé stessa con coraggio. E’ questo che dà all’opera vera rilevanza.
Un diploma di conservatorio, una laurea triennale in Lettere e Filosofia, una laurea in Decorazione all’Accademia di Belle Arti e un Master in Allestimento Spazi Espositivi non sono altro che un bagaglio che l’artista porta dietro di sé e riversa su tutte le sue creature. Mad lavora tra Pratola e Introdacqua, due Paesi dell’entroterra Abruzzese.


Ultime news

Il Blog di Adrenalina

Il MACRO promuove l'arte in cielo con la mostra di Lawrence Weiner

NAKED HUMANITY COVID19

“Maria Lai. Fame d’Infinito”

Al voto dei giurati le opere di ADRENALINA 6.0 "EXUPERANTI FORMA"