• inizio: 30/10/2020
  • fine: 17/01/2021

a cura di Sarah Cosulich e Stefano Collicelli Cagol

43 artisti, più di 300 opere, oltre 4.000 m2 di spazi espositivi: ecco i numeri della Quadriennale d’arte 2020, a cura di da Sarah Cosulich e Stefano Collicelli Cagol, che vuole restituire una nuova lettura dell’arte italiana dagli anni Sessanta ad oggi con particolare attenzione alle giovani generazioni.

FUORI, il titolo emblematico proposto dai curatori, è un invito a uscire dagli schemi, dalle costrizioni e dalle categorie che nel passato hanno imbrigliato l’arte, un’esortazione a superare i confini tra arti visive e altre discipline per comporre un panorama multigenerazionale e multidisciplinare (moda, teatro, musica, danza, film, architettura, design). FUORI è un coro dissonante di approcci femminili, femministi e queer all’arte contemporanea. FUORI è un invito a uscire dal recinto autoreferenziale dell’arte contemporanea per aprirsi a pubblici più differenziati.

Gli artisti: Alessandro Agudio, Micol Assaël, Irma Blank, Monica Bonvicini, Benni Bosetto, Sylvano Bussotti, Chiara Camoni, Lisetta Carmi, Guglielmo Castelli, Giuseppe Chiari, Isabella Costabile, Giulia Crispiani, Cuoghi Corsello, DAAR – Alessandro Petti – Sandi Hilal, Tomaso De Luca, Caterina De Nicola, Bruna Esposito, Simone Forti, Anna Franceschini, Giuseppe Gabellone, Francesco Gennari, Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi, Diego Gualandris, Petrit Halilaj and Alvaro Urbano, Norma Jeane, Luisa Lambri, Lorenza Longhi, Diego Marcon, Raffaela Naldi Rossano, Valerio Nicolai, Alessandro Pessoli, Amedeo Polazzo, Cloti Ricciardi, Michele Rizzo, Cinzia Ruggeri, Salvo, Lydia Silvestri, Romeo Castellucci – Socìetas, Davide Stucchi, TOMBOYS DON’T CRY, Maurizio Vetrugno, Nanda Vigo, Zapruder.


luogo: Palazzo delle Esposizioni 
Via Nazionale 194
Roma